Scenario numero 2

La signora A è una persona di etnia rom che non sa leggere né scrivere l’inglese, ma sa leggere e scrivere l’italiano e parla correntemente sia l’italiano che l’inglese. Si è candidata per un posto di personal trainer in una palestra in Italia. Durante il colloquio, il datore di lavoro, sapendo che la signora A è di etnia rom, le ha chiesto di sostenere un test scritto in inglese, che non ha superato. Non ha quindi ottenuto il lavoro. La signora A ha parlato dell’accaduto a un’amica, che le ha suggerito di rivolgersi a un avvocato o a un sindacato di cittadini rom.

Scenario numero 2 – domanda 1

Secondo voi ci troviamo difronte ad un caso di discriminazione diretta o indiretta?

Perché?

Scenario numero 2 – domanda 2

Secondo voi, cosa avrebbe dovuto fare la signora A., in base alla legislazione e alla giurisprudenza sull’azione specifica che avete appreso nei moduli 2 e 3?

Scenario numero 2 – domanda 3

Cosa avreste fatto voi in quanto consulenti di sindacato se la signora A si fosse rivolta a voi lamentandosi per l’accaduto?