Argomento 4: La Giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’UE

La Direttiva copre le persone giuridiche?

Il concetto di vittima ai fini della decisione quadro 2001/220/GAI del Consiglio non comprende le persone giuridiche che hanno subito un danno diretto a causa di violazioni del diritto penale in uno Stato membro (C-467/05, Dell’Orto, C- 205/09, Eredics).

In relazione alla Direttiva, la CGUE ha stabilito che essa non si applica alle persone giuridiche o allo Stato, anche se la legge nazionale conferisce loro la qualità di parte lesa in un procedimento penale. (C-603/19 Procedimento penale contro TG e UF § 46).

Tuttavia, gli Stati membri possono scegliere di applicare le norme stabilite nella direttiva alle persone giuridiche.

La giustizia riparativa è obbligatoria?

La CGUE, interpretando l’articolo 10 della decisione quadro 2001/220/GAI del Consiglio sulla mediazione, ha confermato che gli Stati membri non sono obbligati a ricorrere alla mediazione/giustizia riparativa per tutti i reati (sentenze della CGUE nelle cause C-205/09 Eredics e nelle cause riunite C 483 /09 e C 1/10 Gueye/Sanchez).